PERCHE' e CHE COSA?

Immaginate per un istante di essere uno storico del futuro... vivete nel 2150 e state cercando di ricostruire la vita quotidiana della gente comune nell'anno 2000, nel momento della celebre svolta del MILLENNIO... in particolare vorreste sapere come vivevano i giovani di quel periodo: dove abitavano? cosa mangiavano? come si divertivano? andavano a scuola? ... state faticosamente dipingendo il quadro dell'epoca attraverso una meticolosa ed affannosa ricerca di documenti, libri, foto, video, musica del periodo... Improvvisamente, vi imbattete per caso in un vecchio e polveroso CD-ROM, creato da un gruppo di studenti italiani di circa 12-13 anni, che giaceva ormai dimenticato! WOW!! Esattamente quello che stavate cercando!! Infatti questi studenti descrivono nel CD la loro casa, le loro abitudini alimentari, la loro scuola, le professioni dei loro genitori, il loro tempo libero, i mezzi di trasporto... una miniera di informazioni! Siete senza parole: si tratta di un pezzo unico ed originale, creato dai giovanissimi protagonisti di quell'epoca...magari non tutti tra loro sono diventati famosi, ma certamente qui ciascuno ha lasciato una traccia di sé. Volevano diventare per una volta storici del loro tempo, volevano produrre una capsula del tempo che tramandasse una loro testimonianza ai posteri! Il CD contiene un patrimonio prezioso: testi, foto, disegni, animazioni, musiche, suoni relative alla loro vita, ma anche a quella dei loro nonni e dei loro lontanissimi amici di penna, o meglio di tastiera, che vivevano in Australia e in Giappone. E' incredibile osservare come si sia trasformata radicalmente la loro vita grazie ad alcune invenzioni, quali l'elettricità ( inesistente nelle case dei loro nonni...), l'automobile, il telefono, la TV, il computer ed Internet, solo per citarne alcune!! Non a caso vi è una breve descrizione di queste invenzioni e dei loro inventori, ma vi sono anche pagine dedicate al confronto con la vita quotidiana, ieri e oggi, in Gran Bretagna e negli Stati Uniti d'America. Molti anche i collegamenti a siti Web esterni...purtroppo ormai scomparsi! Questi ragazzi e ragazze hanno lavorato sodo, non c'è dubbio, ma ne è valsa la pena perchè, come dicono loro, hanno imparato divertendosi. Scommetto che a questo punto non vedete l'ora di esplorare il loro capolavoro, vero?! Inutile nascondervi che ne andavano fieri e ora si rivela un gioiello raro!

COME?

Tutto iniziò dalla descrizione della loro casa, della loro alimentazione, della loro scuola, delle materie che studiavano e così via. Poi, hanno cominciato a confrontarsi con la vita quotidiana "degli altri", ad esempio con quella dei loro nonni: li hanno intervistati, hanno raccolto foto d'epoca, hanno cominciato a trarre delle conclusioni su come era cambiata la vita nell'arco di pochi decenni. A questo punto, suddivisi a gruppi, si sono "tuffati" a computer, abbozzando le prime pagine. Ma sarebbe stato interessante anche estendere il confronto ai loro amici "di tastiera" (keypals) che vivevano nella lontana Australia e in Giappone. Così hanno scritto loro chiedendogli di descrivere la loro casa, il loro cibo, la loro scuola ed anche quella dei loro nonni. Ne è nato davvero un bel progetto collaborativo interculturale a distanza! Il lavoro cominciava ad ampliarsi... uno sguardo anche ai paesi anglofoni, in particolare al Regno Unito e agli Stati Uniti d'America, non poteva che rivelarsi stimolante dato che questi studenti affrontavano lo studio della lingua e della civiltà inglese. Ora era necessario rendere le pagine quanto più gradevoli, aggiungendo foto, animazioni, suoni, musiche... hanno utilizzato un programma di creazione di pagine Web (un certo "Microsoft Frontpage Express"), ed un programma di grafica ed uno di scansione ed elaborazione immagini, ma hanno anche usato la macchina fotografica digitale, il microfono, lo scanner...e naturalmente Internet! Sarebbe stato impossibile comunicare rapidamente senza utilizzare l'e-mail! Poi, hanno cominciato ad organizzare le pagine creando delle mappe 8anche se pare che "qualcuno" le avesse concepite fin dall'inizio! Alcune pagine sono in italiano, ma la maggior parte sono composte in inglese e certamente non è stato facile crearle! Naturalmente è stato spesso indispensabile modificarle, correggerle, ricorreggerle, ma alla fine hanno prodotto un "Web ipermedia bilingue ed interdisciplinare", come lo hanno definito loro. Soprattutto ci sembra che abbiano dato spazio a tutta la loro creatività!!

QUANDO e DOVE?

Questa esperienza è iniziata alla fine del 1999 e si è conclusa a maggio 2000. Gli studenti hanno svolto il lavoro a scuola, durante le ore d'inglese e la classe II F anche durante quelle di lettere; infatti, hanno creato molte pagine e a loro è stata affidata la parte finale del lavoro. Ci sono volute circa 15 ore di lezione d'inglese per classe e sono state coinvolte quattro classi, due seconde e due terze. L'ultima parte del lavoro è stata realizzata in orario extracurricolare, al pomeriggio, ed un ristretto gruppo di loro ha fatto i collegamenti tra le 130 pagine, creando anche la mappa e le sottomappe, concepite però fin dall'inizio. L'officina della creazione è stato uno dei tre laboratori multimediali della scuola, ma qualcuno di loro ha lavorato anche a casa!

CHI?

Si è trattato di ben 80 studenti, cioè quattro classi (II E, II F, III E, III F), della S.M.S. "G.Robecchi" di Vigevano, una graziosa cittadina storica, situata nel nord Italia, non lontano da Milano, come indicano le mappe. Pare ci fosse una famosa piazza ducale, risalente al 1500 circa, e nelle vicinanze il Parco Naturale del fiume Ticino. Però risulta che non fossero soli! E' un segreto...ma sembra abbiano potuto contare su due "esperti" (?!): l'insegnante d'inglese, prof. Anna Pasini, e l'insegnante di lettere, prof. Simona Stacchini. Inoltre, non vanno dimenticati i loro amici di tastiera australiani e giapponesi e i loro adorabili nonni! Pensate che uno di loro ha anche scritto una poesia nel dialetto locale, ricordando la casa in cui viveva da ragazzo. Inoltre la parte dedicata ai mestieri, creata dalla classe 3E, rientra nell'ambito di un'attività di orientamento e di studio delle professioni coordinata dalla prof. Carmela Simonetti ed avviata come Progetto dell'Unione Europea "Socrates-Comenius" azione 2, dal titolo "Oltre le frontiere", in collaborazione con l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

un AIUTO?

Se avete la sensazione di perdervi, niente paura: c'è sempre in fondo ad ogni pagina un bottone MAP che fa apparire un menù a discesa! Qui potrete raggiungere facilmente le sottomappe: Homepage (mappa principale), House (casa), Food (cibo), Education (istruzione), Jobs (mestieri), Leisure time (tempo libero), Transportation (trasporti). Dalle sottomappe potete raggiungere le singole pagine ed andare alla scoperta dei numerosi collegamenti. Le pagine riguardanti l'Italia le troverete nelle due lingue (inglese ed italiano) rappresentate dalle due bandiere (Attenzione, però, le due pagine non sono identiche! esploratele entrambe!!); quelle invece riguardanti "l'estero" (Abroad) sono prevalentemente in inglese.

Cosa aspettate? Navigate ...nella vita del 2000!!

E qui potete leggere cosa accadde la fatidica notte tra l'anno 1999 e il 2000, raccontato da una testimone di quell'evento!