La Ricerca in Internet

Per trovare in Internet ciò che si cerca, non avendo disponibile il riferimento ad un sito specifico, è indispensabile acquisire dimestichezza con i motori di ricerca (search engine) e gli indici strutturati/ cataloghi (Web directory). Cerchiamo innanzitutto di capirne le diverse modalità di funzionamento attraverso una tabella comparativa.

Search Engine Web directory
Utilizza dei programmi robot ( detti “crawler” o “spider”) che navigano in Internet e scandagliano la Rete, archiviando tutte le pagine web che trovano e indicizzando ciascuna parola trovata. Il programma cerca le parole nel testo senza occuparsi del contesto e del contenuto. Nel risultato della ricerca appaiono prima le pagine in cui le parole compaiono più frequentemente. Il lavoro è svolto da un team di persone che valutano, verificano e classificano le caratteristiche e la pertinenza dei siti. Il risultato è una specie di biblioteca, un archivio di siti, suddivisi in base all’argomento in categorie e sottocategorie, con una breve descrizione del sito.
Il motore di ricerca prende in considerazione ogni pagina e indicizza tutte le pagine di un sito, aggiornando periodicamente ed in maniera automatica le pagine di Internet. In tal modo riesce ad indicizzare miliardi di pagine, ad es. Google dichiara di indicizzare 8 miliardi di URL. Le directory mirano più alla qualità che alla quantità, ma l'informazione è in tal modo filtrata da esseri umani e rischia di diventare obsoleta. Inoltre i siti inclusi sono stati segnalati dall'autore o da altri utenti. Includono circa un milione di siti.

Da quanto fin qui rilevato si deduce che in taluni casi è meglio utilizzare un motore di ricerca, in altri una Web directory, fermo restando che più strumenti andrebbero consultati e confrontati per giungere ad una, presunta quanto irraggiungibile, esaustività della ricerca. Inoltre è bene ricordare che esistono motori/directory specifici su determinati argomenti che possono notevolemente facilitare la ricerca: in tal caso si tratta di un portale, un sito cioè che permette l'accesso a contenuti e servizi interattivi ( ad es. forum, newsletter, ecc.) monotematici ( ad es. un sito sul Medioevo).
Esempio
1. per cercare una citazione da un articolo, senza sapere da quale giornale sia tratto: usare un motore di ricerca;
2. per cercare una lista dei siti dei maggiori quotidiani: usare una web directory.

Infine sono da citare anche i metamotori di ricerca, cioè un motore che cerca contemporaneamente tra più motori.
www.metacrawler.com
www.motoridiricerca.it
www.mamma.com
www.search.com

Esempi
1. Motori di ricerca: Altavista in inglese http://www.altavista.com/ ; Google in italiano http://www.google.it/

Try your search in: ImagesVideoMP3/AudioNews
 Search for: Help | Customize Settings | Family Filter is off  
    
Search Assistant | Advanced Search

 

  Web   Immagini   Gruppi   Directory  
 
 • Ricerca avanzata
 • 
Preferenze
 • 
Strumenti per le lingue
Cerca nel Web Cerca le pagine nella categoria Italiano


2. Directory: Yahoo! Italia http://it.yahoo.com/

Affari e economia
B2B, Shopping, Lavoro, Finanza...

Aree geografiche
Europa, Paesi, Città italiane...

Arte e cultura
Letteratura, Moda, Architettura...

Attualità e media
In primo piano, Giornali, TV, Meteo...

Divertimento e spettacolo
Da vedere, Fumetti, Cinema, Musica ...

Informatica e Internet
Internet, Software, Computer, Giochi...

Istruzione e formazione
Università, Scuole, Tesi...

Medicina e salute
Benessere, Fitness, Gravidanza...

Politica e istituzioni
Governo, Diritto, Fisco, Partiti...

Risorse
Biblioteche, Dizionari, Libri...

Scienza e tecnologia
Animali, Astronomia, Telefonia...

Scienze umane e sociali
Economia, Storia, Psicologia...

Società e culture
Sessualità, A tavola, Ambiente...

Sport e tempo libero
Calcio, Sport, Motori, Viaggi

3. Metamotori ( o pagine con collegamenti a molti motori)
www.metacrawler.com
www.motoridiricerca.it
www.mamma.com
www.search.com
www.edscuola.it/motori.html
www.tvol.it/motori.html

4. Motori "sicuri" per ragazzi
www.yahooligans.com
www.super-kids.com
http://sunsite.berkeley.edu/KidsClick!/

5. Motori di ricerca
http://www.google.it
http://www.altavista.com
(anche per immagini)
http://www.lycos.it/ (ital.)
http://www.excite.com
http://www.hotbot.com/
http://www.go.com/
http://www.search.com/
www.cerca.com
http://scholar.google.com/

6.Web directory
http://www.virgilio.it/home/index.html (ital.)
http://arianna.libero.it/ (ital.)
http://www.yahoo.com
http://it.yahoo.com/ (ital.)
http://www.about.com/
http://lii.org/
http://infomine.ucr.edu/

Quando si utilizza un motore di ricerca è bene leggere le istruzioni indicate dal motore stesso per una efficace ricerca. Tuttavia quasi tutti i motori permettono due tipi di ricerca, base e avanzata.

La ricerca base
Solitamente viene presentata una pagina con almeno un form, cioè con una casella in cui inserire il testo ( ad es. una o più parole chiave, una frase, un argomento) e un pulsante con il label "cerca/trova/go/search/find", che invia i dati inseriti al server per riceverne poi una rapida risposta. Spesso è possibile limitare la ricerca ai siti in una specifica lingua, o scegliere tra siti italiani o in tutto il Web.

Per migliorare la ricerca base o semplice:

virgolette "William Shakespeare" il motore cerca l'intera frase, in quell'ordine
+ + Lear questa parola sarà sempre inclusa
- +"William Shakespeare"-"Re Lear" i documenti trovati includeranno la frase William Shakespeare, ma escluderanno quelli che contengono Re Lear
* ros*

colo*r

con un'unica ricerca troverà documenti che contengono parole come rosa, rose, rossa, rossi, rossetti, ecc. fino ad un massimo di altri cinque caratteri

all'interno della parola sostituisce un solo carattere; in tal caso cercherebbe sia color che colour, cioè con la grafia americana o inglese della parola

maiuscolo/
minuscolo
lear il motore cerca la parola in qualsiasi modalità, sia maiuscola che minuscola; se invece avessimo scritto Lear, avrebbe cercato solo quella parola esatta

In genere i motori non riconoscono altra punteggiatura, come virgole, punti, slash (/), underscore (_), trattini (-), ecc.

Qualche precisazione
Se immettiamo solo le parole William Shakespeare, il motore cerca i siti che contengono William, quelli che contengono Shakespeare e una qualunque loro combinazione. Se invece lo inseriamo tra virgolette ( "William Shakespeare"), il motore cerca solo i siti che esattamente quella stringa e in quell'ordine, cioè cerca la frase esatta. Se avessimo scritto +William+ Shakespeare, avrebbe trovato i siti che presentavano quelle parole, ma anche slegate tra loro, cioè non vicine, e in qualunque ordine, purchè vi fossero tutte e due.

La ricerca avanzata

Per raffinare la ricerca si può ricorrere alla modalità ricerca avanzata, utilizzando gli operatori logici o booleani, dal nome del matematico inglese Geroge Boole (1815 - 1864) che li teorizzò.

OR maturità OR "Esame di Stato" la ricerca avviene su almeno una delle parole
AND Esame AND Stato unisce due parole che devono essere entrambi presenti nel risultato della ricerca; quindi i documenti trovati includeranno entrambe le parole
( è simile a + della ricerca base)
AND NOT "Esame di stato" AND NOT "terza prova" troverà i documenti che includono "esame di Stato", ma escluderà quelli che riguardano la "terza prova"
NEAR William NEAR Shakespeare in questo caso troverà i documenti che includono entrambe le parole, ma anche non vicine o in quell'ordine cioè troverà anche documenti con frasi come " nella famiglia Shakespeare nacque colui che divenne il celebre William" ( le parole William e Shakespeare devono però essere entrambe presenti in un gruppo di dieci parole consecutive)
( ) ("Esame di Stato" OR maturità) AND "terza prova" le parentesi vengono utilizzate per raggruppare frasi booleane complesse; in questo caso, troverà i documenti che includono le parole 'esame di stato, terza prova' o ' maturità, terza prova' o entrambe le stringhe.

Di solito si trovano ai primi posti i siti in cui la parola o le parole cercate sono ripetute più volte, cioè quelle in cui c'è una maggiore aderenza alla ricerca.
Alcuni motori tuttavia permettono un diverso ordinamento, oppure consentono di limitare i risulatti ad un periodo cronologico, di trovare solo un risultato per sito ( e quindi di evitare di riproporre più risultati, cioè più pagine , ma sempre dallo stesso sito) di aumentare il numero dei risultati trovati.

Ricerca di immagini, audio e video

E' inoltre possibile trovare anche foto, suoni, musiche e filmati, utilizzando sempre i motori di ricerca.

Altre funzioni di ricerca

Si possono ad es. inserire particolari parole chiave per ottenere risultati particolari, di cui ne nominiamo solo alcune.

image:shakespeare trova le immagini che hanno come nome di file "shakespeare"
domain:it trova le pagine che contengono un determinato dominio
title:shakespeare trova le pagine che contengono nel titolo della pagina la parola "shakespeare"
link:www.virgilio.it trova le pagine che contengono un link all'URL specificato

Consultare anche il sito del motore altavista, poi "ricerca avanzata", "aiuto", "termini di ricerca speciali":
. http://it.altavista.com/help/search/syntax
e il sito mtori di ricerca.it, poi "suggerimenti", "guida all'uso degli operatori logici"
http://www.motoridiricerca.it/operatori.htm

IMPARARE A CERCARE


proviamo a suggerire una minima serie di “regole” per procedere il più correttamente e il più efficacemente possibile in una ricerca online.

 

1.      Determinare molto accuratamente l’oggetto della ricerca in corso e domandarsi sempre qual è lo scopo della ricerca e che cosa si vuole realmente ottenere. Una ricerca produce raramente risultati interessanti se l’oggetto della stessa non è ben definito o è troppo generico.

2.      Riflettere attentamente sull’oggetto della ricerca cercando di isolare i concetti più importanti pertinenti all’argomento nel suo complesso e al campo in cui esso si colloca.

3.      Identificare le parole/chiave più adatte a descrivere i concetti fondamentali pertinenti all’oggetto della ricerca.

4.      Considerare i sinonimi e le varianti delle parole/chiave individuate.

5.      Stabilire un punto di partenza del processo di ricerca alternativo rispetto all’uso di un motore o di un database (ad esempio uno scambio di informazioni via e-mail con un esperto).

6.      Non dimenticare mai che usare un database è sempre molto difficile e che gli schemi di classificazione e indicizzazione usati da chi ha organizzato il database possono essere molto diversi dagli schemi di classificazione che conosciamo meglio. Non dimenticare, inoltre, che Internet è un ambiente destrutturato, fluido, che nessun database o nessun motore di ricerca è in grado di indicizzare completamente.

 

Applicando almeno questi suggerimenti una ricerca può produrre risultati apprezzabili, sempre che si proceda, in una fase successiva, ad una ulteriore finalizzazione e soprattutto alla selezione dei risultati ottenuti in termini di qualità o di pertinenza rispetto agli obiettivi che ci eravamo prefissi. Un primo criterio per la scrematura degli elenchi di indirizzi che si otterranno potrebbe consistere nel cercare di valutare preliminarmente l’utilità di ogni data risorsa domandandosi se e quanto è autorevole chi ha prodotto l’informazione, se dietro l’informazione c’è un progetto, a chi è indirizzato e fino a che punto la risorsa può essere considerata affidabile nel tempo. In tal senso è bene ricordare che in molti database o motori di ricerca è possibile selezionare opzioni per ottenere anche una descrizione più o meno sintetica del contenuto delle pagine Web corrispondenti agli indirizzi individuati dal motore. Molti, infine, suggeriscono di evitare di considerare Internet come unica fonte di una qualsiasi ricerca e di non dimenticare mai che molte informazioni e risorse sono ancora distribuite attraverso altri media.

 

Criteri di selezione delle risorse online


 I criteri fondamentali sono spesso riassunti in 5 punti.

·         Accuratezza (Accuracy): la qualità della risorse relativamente ai contenuti in sé.

·         Autorevolezza (Authority): la qualità della risorsa dal punto di vista della fonte che la eroga.

·         Obiettività (Objectivity): la capacità della risorsa di illustrare chiaramente il contesto di riferimento in base a cui sono scaturite le affermazioni e i concetti espressi, rendendo conto delle varianti e delle eventuali alternative.

·         Competitività (Currency): l'aggiornamento della risorsa e la sua attualità complessiva.

·         Ampiezza (Coverage): la capacità della risorsa di rimandare ad altre risorse e offrire un quadro esaustivo del problema affrontato.

 

( Le risorse didattiche in rete: ricerca e selezione
Unità didattica: "Ricerca e selezione di informazioni in Internet"
di Mario Rotta )

ALTRI LINK UTILI
http://www.lib.berkeley.edu/TeachingLib/Guides/Internet/Handouts.html
http://www.lib.berkeley.edu/find/types/websites.html
http://www.lib.berkeley.edu/TeachingLib/Guides/Internet/Strategies.html

http://www.motoridiricerca.it/suggeri.htm